Oggi è 30/06/2022, 20:57

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 388 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14 ... 26  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 21/03/2018, 23:07 
Non connesso
Utente
Avatar utente

Iscritto il: 11/02/2010, 16:19
Messaggi: 3733
Località: lodi
Interessi fermodellistici: fermodellista giocherellone
scala N svizzero/tedesco
da epoca II a V
Città di residenza: lodi
Provincia di residenza: LO
:P :P :P La soluzione di Giancarlo è a mio parere quella corretta, solo che essendo in digitale Io accorcerei la tratta alimentata ogni 50 Centimetri , a garanzia di un segnale DCC sicuro e "pulito" , sia come alimentazione per i treni che come corrente modulata per i decoder :D :D :D
Comprati una bella matassona , o più di una se serve , (consiglio di matassone :lol: ) da 100 metri di filo Bipolare Rosso/Nero diametro millimetri 1 , destina per l'intero tracciato il rosso a una rotaia e il nero all'altra in maniera da non creare erroneamente cortocircuiti :!: :!: :!:
Dopo che hai alimentato un 8/10 metri di linea contenente scambi e cose varie allaccia la centrale e prova, come dice Giancarlo , dovresti essere apposto :D :) ;) :shock: :o :P :idea: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Ciao Falco :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 22/03/2018, 0:00 
Non connesso
Socio ASN
Avatar utente

Iscritto il: 17/11/2012, 11:34
Messaggi: 478
Località: Tarquinia
Interessi fermodellistici: Scala N Epoca III e IV italiana, svizzera, tedesca, austriaca
Città di residenza: Tarquinia
Provincia di residenza: Viterbo
Skype: vittorio.peruzzi
Ti consiglio anch'io di verificare bene le mollette dei deviatori che danno problemi (a mio avviso è chiaramente un problema di mollette) prima di imbarcarmi in un improbo lavoro di cablaggio e saldatura vista la complessità e dimensione del tuo circuito. Controprova: sostituisci i deviatori che danno il problema con deviatori che non lo danno.

_________________
Saluti cari.

Vittorio

www.scalaenne.collezioneperuzzi.it


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 22/03/2018, 0:48 
Non connesso
Utente
Avatar utente

Iscritto il: 11/02/2010, 16:19
Messaggi: 3733
Località: lodi
Interessi fermodellistici: fermodellista giocherellone
scala N svizzero/tedesco
da epoca II a V
Città di residenza: lodi
Provincia di residenza: LO
:P Visto che hai corrente quando sono dritti e no se sei in deviata, controlla bene anche che l'ago dello scambio tocchi bene la rotaia e faccia bene contatto, a volte se il contatto metallico tra ago e rotaia è imperfetto o c'è sporco si creano certi problemi :oops: :oops: :oops:

Corretto il consiglio di Vittorio di scambiare gli scambi , ma senza fare una cosa come ti ho detto io, un po' di punti multipli di alimentazione li metterei ugualmente ;)

Qui alle Falcon Bahn , tutto analogico e manuale, i binari sono seguiti nel sotto plastico da una linea elettrica dalla quale ogni tanto si diramano 2 fili che vanno ad alimentare le rotaie e ovviamente tante linee quanti sono i trasformatori che alimentano la zona specifica :oops: :oops: :oops: :oops:

E' vero che è un bel lavorone inizialmente, ma poi si ripaga con un buon funzionamento nel tempo ;)

Ciao Falco :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 02/09/2018, 21:33 
Non connesso
Socio ASN
Avatar utente

Iscritto il: 24/05/2016, 13:53
Messaggi: 656
Interessi fermodellistici: Scala N
Città di residenza: Schio
Provincia di residenza: Vicenza
Più che un aggiornamento vero e proprio dei lavori,scrivo per un problema che mi sta tenendo impegnato con non poca preoccupazione in questi giorni.
I lavori sono più o meno fermi da un pò di mesi causa varie cose ed impegni extra hobby. Ho comunque risolto il problema degli scambi che presentavano proprio un difetto di fabbricazione e prontamente sostituiti tutti.
L'unico lavoro in aggiunta è stato quello di aver fatto un prolungamento di circa 50 cm prima di immetermi nell'elicoidale,questo perché nella parte sottostante non riuscivo ad arrivarci con curve ad ampio raggio ma le curve in uscita dall'elicoidale risultavano troppo strette.
A parte questa aggiunta,il tracciato aveva già passato vari test di funzionamento. Avevo fatto circolare varie loco e vari convogli,in tutte le tratte,e dopo le varie modifiche che avevo precedentemente fatte,tutto circolava perfettamente.
A fine luglio dopo alcuni mesi di fermo, (ed ora ripresa la cosa in mano) ecco il problema. Le loco che son sempre andate bene,ora su parecchie tratte del tracciato,vanno a singhiozzo ed addirittura si fermano in tratti di pochi cm. I binari vengono puliti con benzina avio da sempre,l'impianto si trova in una stanza abitabile,non cè umidità. I binari sono nuovi. Possibile che ora mi si presenta questo problema dal nulla? Rispetto a mesi fa avrò aggiunto forse altri 3 mt di binari. Ho pensato di metterci un booster (ma con una sola loco in movimento? Tutto questo assorbimento non cè sul tracciato.) E sembra che non ci sia nemmeno dispersione di corrente (almeno credo),ho misurato in varie tratte e sembra che il passaggio di corrente sia costante. Quindi ho escluso di metterci il booster (non ora),ma ho invece separato tutta la zona elicoidale e la nuova tratta sottostante (i forse 3mt nuovi aggiunti) escludendole proprio dall'alimentazione della centrale. E nonostante ciò,in alcune tratte ancora la loco va a singhiozzo.
Quando sarà ip momento della parte elettrica sicuramente provvederò a portare l'alimentazione in più punti del tracciato,ci mancherebbe. È che stavo semplicemente prendendo come ultimo riferimento i miei test dove tutto girava tranquillamente ed ora gli stessi non vanno più. Sinceramente non so cosa fare e chiedo a voi consigli.

_________________
Sandro

Mio impianto (da pag.13 in poi ci son foto,prima si sono cancellate):
viewtopic.php?f=34&t=8035&start=180

Digitale: Intellibox II Uhlenbrock + Loconet Uhlenbrock + Booster Uhlenbrock
Software: Win-Digipet 2021 P.E


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 02/09/2018, 22:53 
Non connesso
Utente

Iscritto il: 02/02/2017, 14:28
Messaggi: 1210
Interessi fermodellistici: SBB + un po' di FS
Città di residenza: Sesto San Giovanni
Provincia di residenza: Milano
Hai pulito anche le ruote? E magari anche l'interno cerchio dove generalmente prendono corrente le lamelle?

_________________
Quelli che s'innamorano di pratica senza scienza son come il nocchiere, che entra in naviglio senza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada [Leonardo da Vinci]
Canale Youtube https://www.youtube.com/user/vittoriovegetti/videos


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 03/09/2018, 9:09 
Non connesso
Utente

Iscritto il: 02/02/2017, 14:28
Messaggi: 1210
Interessi fermodellistici: SBB + un po' di FS
Città di residenza: Sesto San Giovanni
Provincia di residenza: Milano
Sandro Costantino ha scritto:
E sembra che non ci sia nemmeno dispersione di corrente (almeno credo),ho misurato in varie tratte e sembra che il passaggio di corrente sia costante. Quindi ho escluso di metterci il booster (non ora),ma ho invece separato tutta la zona elicoidale e la nuova tratta sottostante (i forse 3mt nuovi aggiunti) escludendole proprio dall'alimentazione della centrale. E nonostante ciò,in alcune tratte ancora la loco va a singhiozzo.
Quando sarà ip momento della parte elettrica sicuramente provvederò a portare l'alimentazione in più punti del tracciato,ci mancherebbe. È che stavo semplicemente prendendo come ultimo riferimento i miei test dove tutto girava tranquillamente ed ora gli stessi non vanno più. Sinceramente non so cosa fare e chiedo a voi consigli.

Sandro, ho riletto più attentamente...
Escludo che sia un problema di booster della centrale: una loco in digitale assorbe introrno ai 100 mA, 200 se è sound e sta utilizzando funzioni sound, quindi con un'uscita da 4 A muovi almeno 20 loco contemporaneamente.
Invece dici che porterai l'alimentazione in più punti del tracciato; perché, adesso fai affidamento solo sulle scarpette?
Come fai a dire che hai misurato in varie tratte e sembra che il passaggio di corrente sia costante? Se hai misurato la tensione con un tester (in AC per il digitale) questo non ti dice nulla riguardo alla conduzione delle scarpette: stai misurando la tensione con corrente nulla e l'eventuale caduta di tensione dovuta a ossidazione tra scarpetta e rotaia non si manifesta, si manifesta solo quando c'è assorbimento da parte della loco.
Per determinare se è questo il problema dovresti prendere due fili direttamente dalla centrale e, quando una loco si ferma, premerli sulle rotaie (attenzione alla polarità). Se la loco riparte è un problema di alimentazione, altrimenti è un problema di captazione da parte della loco.
D'altra parte se avevi utilizzato binari e scarpette nuovi, inizialmente era logico che tutto fosse ok, ma dopo mesi l'ossidazione si fa sentire.
Per togliermi del tutto questi problemi ho alimentato ogni spezzone di binario; non serve portare l'alimentazione direttamente dalla centrale, basta ponticellare i fili sottopiano.
Se non alimenti tutto l'impianto con un'unica dorsale, ma parti dalla centrale con fili in parallelo basta una sezione da 0,5 mmq (devi farti un conto su quante loco contemporaneamente in movimento alimentate da quella coppia di fili e la distanza andata ritorno).
Se il binario è alimentato correttamente, le loco si fermato tutte o solo qualcuna (problema della loco)?

_________________
Quelli che s'innamorano di pratica senza scienza son come il nocchiere, che entra in naviglio senza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada [Leonardo da Vinci]
Canale Youtube https://www.youtube.com/user/vittoriovegetti/videos


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 03/09/2018, 12:31 
Non connesso
Socio ASN
Avatar utente

Iscritto il: 20/01/2016, 17:42
Messaggi: 3306
Interessi fermodellistici: Plastico paesaggistico Epoca III - IV
Città di residenza: Gemonio
Provincia di residenza: Varese
Skype: gladami2
Ciao Sandro, come già accennato anche da altri "Amici" , non prendere sotto gamba il discorso ossidazione specialmente se sono alcuni mesi che non utilizzi l'impianto, io almeno una volta al giorno od ogni due giorni li faccio marciare, te lo dico per esperienza diretta, mentre mi dedicavo alla realizzazione dei miei accessori ho tralasciato per qualche tempo di fare girare le loco, "psicodramma" ho dovuto pulire il tutto dai binari alle ruote e ad lamelle prendicorrente, insomma non sembra ma più girano meglio è (contrariamente ai nostri attributi :lol: :lol: :lol: )....ciau nè!!!!

Giancarlo

Non temere di dire cose che sembrano troppo semplici


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 03/09/2018, 13:00 
Non connesso
Socio ASN
Avatar utente

Iscritto il: 24/05/2016, 13:53
Messaggi: 656
Interessi fermodellistici: Scala N
Città di residenza: Schio
Provincia di residenza: Vicenza
Vittorio Vegetti ha scritto:
Sandro Costantino ha scritto:
E sembra che non ci sia nemmeno dispersione di corrente (almeno credo),ho misurato in varie tratte e sembra che il passaggio di corrente sia costante. Quindi ho escluso di metterci il booster (non ora),ma ho invece separato tutta la zona elicoidale e la nuova tratta sottostante (i forse 3mt nuovi aggiunti) escludendole proprio dall'alimentazione della centrale. E nonostante ciò,in alcune tratte ancora la loco va a singhiozzo.
Quando sarà ip momento della parte elettrica sicuramente provvederò a portare l'alimentazione in più punti del tracciato,ci mancherebbe. È che stavo semplicemente prendendo come ultimo riferimento i miei test dove tutto girava tranquillamente ed ora gli stessi non vanno più. Sinceramente non so cosa fare e chiedo a voi consigli.

Sandro, ho riletto più attentamente...
Escludo che sia un problema di booster della centrale: una loco in digitale assorbe introrno ai 100 mA, 200 se è sound e sta utilizzando funzioni sound, quindi con un'uscita da 4 A muovi almeno 20 loco contemporaneamente.
Invece dici che porterai l'alimentazione in più punti del tracciato; perché, adesso fai affidamento solo sulle scarpette?
Come fai a dire che hai misurato in varie tratte e sembra che il passaggio di corrente sia costante? Se hai misurato la tensione con un tester (in AC per il digitale) questo non ti dice nulla riguardo alla conduzione delle scarpette: stai misurando la tensione con corrente nulla e l'eventuale caduta di tensione dovuta a ossidazione tra scarpetta e rotaia non si manifesta, si manifesta solo quando c'è assorbimento da parte della loco.
Per determinare se è questo il problema dovresti prendere due fili direttamente dalla centrale e, quando una loco si ferma, premerli sulle rotaie (attenzione alla polarità). Se la loco riparte è un problema di alimentazione, altrimenti è un problema di captazione da parte della loco.
D'altra parte se avevi utilizzato binari e scarpette nuovi, inizialmente era logico che tutto fosse ok, ma dopo mesi l'ossidazione si fa sentire.
Per togliermi del tutto questi problemi ho alimentato ogni spezzone di binario; non serve portare l'alimentazione direttamente dalla centrale, basta ponticellare i fili sottopiano.
Se non alimenti tutto l'impianto con un'unica dorsale, ma parti dalla centrale con fili in parallelo basta una sezione da 0,5 mmq (devi farti un conto su quante loco contemporaneamente in movimento alimentate da quella coppia di fili e la distanza andata ritorno).
Se il binario è alimentato correttamente, le loco si fermato tutte o solo qualcuna (problema della loco)?

Ciao Vittorio. In pausa pranzo ho voluto verificare alcune cose,in base al tuo scritto,perche' qua iniziano ad aumentare dubbi anche su eventuali omissioni in fase di costruzione da parte mia,che so dalle piu' banali alle anche piu' importanti cose. Discorso loco,lo fa con tutte e nei soliti punti del tracciato (diventati dala prima volta troppi per i miei gusti); le loco sono in ogni caso quasi tutte nuove,mai utilizzate se non da quando ho iniziato questo progetto (alcune pagine dietro puoi vedere i miei rotabili). Ho comunque voluto pulire le ruote e passare le lamelle di una loco,il problema persiste,anche perche' nelle altre (per fotuna la maggior parte) tratte la loco va tranquillamente. Ho ripulito i binari in quei punti ma niente da fare. Possibile? Tutta la zona sottostante e tutta la zona elicoidale sono escluse dal resto del tracciato (volutamente).
Discorso misurazione corrente,grazie per la dritta; mi trovi in effeti un po' ignorante in materia e pensavo che bastasse una misurazione cosi' fatta come da me descritta precedentemente. La via piu' semplice sarebbe quella di sostituire le tratte interessate,ma uno vorrei capire il perche' di questo problema,e due ho controllato (per quello che l'occhio umano puo' fare) i binari interessati,non vedo alcun segno di ossidazione,pero' come mi stai dicendo,e come lo stesso Giancarlo ha voluto sottolineare,forse e' meglio che non sopttovaluti il fatto di non vedere appunto ossidazione,quando invece magari ce'. Ma piu' che passare benzina avio,controllare le loco (che vanno bene),i binari sono nuovi e puliti,cosa altro posso fare? Perche' ho dei fermi a ''singhiozzo''. Ammettiamo comunque che ci sia ossidazione tra le scarpette (quindi queste non le vedo)(ai lati del fungo ed in testa non ce' ne) come agisco?

_________________
Sandro

Mio impianto (da pag.13 in poi ci son foto,prima si sono cancellate):
viewtopic.php?f=34&t=8035&start=180

Digitale: Intellibox II Uhlenbrock + Loconet Uhlenbrock + Booster Uhlenbrock
Software: Win-Digipet 2021 P.E


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 03/09/2018, 13:05 
Non connesso
Socio ASN
Avatar utente

Iscritto il: 24/05/2016, 13:53
Messaggi: 656
Interessi fermodellistici: Scala N
Città di residenza: Schio
Provincia di residenza: Vicenza
Giancarlo Adami ha scritto:
Ciao Sandro, come già accennato anche da altri "Amici" , non prendere sotto gamba il discorso ossidazione specialmente se sono alcuni mesi che non utilizzi l'impianto, io almeno una volta al giorno od ogni due giorni li faccio marciare, te lo dico per esperienza diretta, mentre mi dedicavo alla realizzazione dei miei accessori ho tralasciato per qualche tempo di fare girare le loco, "psicodramma" ho dovuto pulire il tutto dai binari alle ruote e ad lamelle prendicorrente, insomma non sembra ma più girano meglio è (contrariamente ai nostri attributi :lol: :lol: :lol: )....ciau nè!!!!

Giancarlo

Non temere di dire cose che sembrano troppo semplici

che e' quello che ho fatto io,facendo pero' altro extra hobby. Ma tu l'ossidazione la vedi ad occhio nudo anche dopo esempio due tre settimane che non utilizzi l'impianto?
Ora devo risolvere questa cosa,che mi sta mettendo in crisi hobbistica :?

_________________
Sandro

Mio impianto (da pag.13 in poi ci son foto,prima si sono cancellate):
viewtopic.php?f=34&t=8035&start=180

Digitale: Intellibox II Uhlenbrock + Loconet Uhlenbrock + Booster Uhlenbrock
Software: Win-Digipet 2021 P.E


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 03/09/2018, 13:26 
Non connesso
Socio ASN
Avatar utente

Iscritto il: 20/01/2016, 17:42
Messaggi: 3306
Interessi fermodellistici: Plastico paesaggistico Epoca III - IV
Città di residenza: Gemonio
Provincia di residenza: Varese
Skype: gladami2
Sandro Costantino ha scritto:
che e' quello che ho fatto io,facendo pero' altro extra hobby. Ma tu l'ossidazione la vedi ad occhio nudo anche dopo esempio due tre settimane che non utilizzi l'impianto?
Ora devo risolvere questa cosa,che mi sta mettendo in crisi hobbistica :?


No Sandro ad occhio nudo non vedo nulla, anche perchè dovrei essere Nembo-Kid nelle zone nascoste non si vede nulla, comunque neppure alla luce del sole, se faccio partire le loco senza dare prima una passatina mi creano un sacco di problemi anche dopo una sola settimana, quindi, dal momento che "prevenire è meglio che curare" io faccio marciare due loco con i carri a cui ho montato i famosi "feltrini" della Noch imbevuti di Avio, dopo di che vanno alla grande ;) ;) ;) è una cosa che non ho fatto come dice il buon Vittorio, cioè quella di ponticellare ogni giunzione, però in alcuni punti evidentemente la sola giunzione delle scarpette non basta ed ho eseguito l'operazione, credo che effettivamente l'inghippo sia tutto li :roll: :roll: :roll:

Giancarlo

Non temere di dire cose che sembrano troppo semplici


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 03/09/2018, 13:27 
Non connesso
Utente

Iscritto il: 02/02/2017, 14:28
Messaggi: 1210
Interessi fermodellistici: SBB + un po' di FS
Città di residenza: Sesto San Giovanni
Provincia di residenza: Milano
Sandro, se tutte o quasi le loco si fermano negli stessi punti è difficile pensare che il problema riguardi tutte le loco. Per di più ne hai pulita una e il problema persiste (loco nuove non significa ruote o contatti puliti). Hai pulito i binari ma non mi hai risposto riguardo alle scarpette. Fai la prova direttamente coi fili da centrale allo spezzone di binario dove la loco si è fermata, come ti avevo già detto (rispetta la polarità)

_________________
Quelli che s'innamorano di pratica senza scienza son come il nocchiere, che entra in naviglio senza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada [Leonardo da Vinci]
Canale Youtube https://www.youtube.com/user/vittoriovegetti/videos


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 03/09/2018, 17:28 
Non connesso
Socio ASN
Avatar utente

Iscritto il: 24/05/2016, 13:53
Messaggi: 656
Interessi fermodellistici: Scala N
Città di residenza: Schio
Provincia di residenza: Vicenza
Vittorio Vegetti ha scritto:
Sandro, se tutte o quasi le loco si fermano negli stessi punti è difficile pensare che il problema riguardi tutte le loco. Per di più ne hai pulita una e il problema persiste (loco nuove non significa ruote o contatti puliti). Hai pulito i binari ma non mi hai risposto riguardo alle scarpette. Fai la prova direttamente coi fili da centrale allo spezzone di binario dove la loco si è fermata, come ti avevo già detto (rispetta la polarità)


Eccomi Vittorio reduce dalla prova che mi suggerivi di fare. Niente,la loco in quei punti tentenna. Riprovato e riprovato in vari punti del binario dritto. Davanti alla loco e dietro,vicino ad essa e in un punto più lontano ma niente da fare. Vorrei provare a staccare le tratte interessate ed alimentarle singolarmente,la cosa è comunque ridicola perché con i fili portati diretti come mi hai fatto fare te, ripeterei la cosa.

_________________
Sandro

Mio impianto (da pag.13 in poi ci son foto,prima si sono cancellate):
viewtopic.php?f=34&t=8035&start=180

Digitale: Intellibox II Uhlenbrock + Loconet Uhlenbrock + Booster Uhlenbrock
Software: Win-Digipet 2021 P.E


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 03/09/2018, 18:27 
Non connesso
Utente

Iscritto il: 02/02/2017, 14:28
Messaggi: 1210
Interessi fermodellistici: SBB + un po' di FS
Città di residenza: Sesto San Giovanni
Provincia di residenza: Milano
Sandro Costantino ha scritto:
Vorrei provare a staccare le tratte interessate ed alimentarle singolarmente,la cosa è comunque ridicola perché con i fili portati diretti come mi hai fatto fare te, ripeterei la cosa.
Se non hai soltanto appoggiato i fili, ma li hai premuti e strofinati, allora è quasi come saldare direttamente. Quasi perché se il binario è ossidato ci sarà comunque una resistenza di contatto, mentre se saldi la elimini completamente, ma solo lato fili. Staccare la parte interessata non serve a nulla.
D'altra parte se la loco va bene su altri tratti, vuol dire che non è "solo" colpa sua. Potrebbe avere comunque qualche parte che conduce male e che si somma alla resistenza del binario, ma comunque il binario ha la sua parte di responsabilità.
Io proverei a pulire nuovamente con benzina avio, straccio e olio di gomito quel tratto di binario e premere i fili, se non va saldare i fili, se non va pulire ruote (cerchio e interno) e contatti lamelle (lato ruota e lato PCB, se non ha fili saldati direttamente al PCB). Prova con almeno due loco diverse, su un paio delle mie uno dei due carrelli non captava o captava male (me ne sono accorto solo pulendole capovolte e alimentando singolarmente i carrelli).
Non c'è ragione perchè non vada, percorri tutta la catena di alimentazione e troverai il motivo. Intanto però cerca un esorcista...

_________________
Quelli che s'innamorano di pratica senza scienza son come il nocchiere, che entra in naviglio senza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada [Leonardo da Vinci]
Canale Youtube https://www.youtube.com/user/vittoriovegetti/videos


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 03/09/2018, 18:38 
Non connesso
Utente

Iscritto il: 02/02/2017, 14:28
Messaggi: 1210
Interessi fermodellistici: SBB + un po' di FS
Città di residenza: Sesto San Giovanni
Provincia di residenza: Milano
Se vuoi pulire un po' più a fondo il binario senza abraderlo troppo, prima di fare la prova con i fili, prova con un polish per auto, se ce l'hai, o con del dentifricio e poi finisci sempre con benzina avio.

_________________
Quelli che s'innamorano di pratica senza scienza son come il nocchiere, che entra in naviglio senza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada [Leonardo da Vinci]
Canale Youtube https://www.youtube.com/user/vittoriovegetti/videos


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
MessaggioInviato: 03/09/2018, 19:29 
Non connesso
Socio ASN
Avatar utente

Iscritto il: 21/10/2012, 17:36
Messaggi: 1029
Interessi fermodellistici: Italiano dagli anni 80
e SBB CFF FFS dal dopoguerra.
Città di residenza: Milano
Provincia di residenza: Milano
Riporto la mia esperienza di qualche tempo fa: il problema era identico, pulivo pulivo e pulivo e non cambiava niente: Non era un problema di conduzione, ma di planarità del binario: in certi punti il supporto si era un po' deformato, e faceva, in senso ortogonale al binario microtorsioni (pochi decimi), sufficienti però a rendere precario il contatto.

Inserito uno strato di forex rigido sotto al binario, problema passato. Non voglio dire che sia anche il tuo caso, ma controlla anche questo.

Ciao a tutti

Ugo


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 388 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14 ... 26  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Ahrefs [Bot] e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

 

Link ai siti Amici

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010