Oggi è 18/09/2020, 12:44

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 76 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Italianizzare le UIC-X
MessaggioInviato: 27/08/2015, 23:15 
Non connesso
Socio ASN
Avatar utente

Iscritto il: 12/11/2011, 22:53
Messaggi: 1320
Interessi fermodellistici: Scala N, FS epoca IV o giù di li (prima o poi il plastico arriverà).
Città di residenza: Cotignola
Provincia di residenza: Ravenna
Christian Corradi ha scritto:
Fogli bianchi;
ho ustao sia stampanti a getto che laser; per le getto è fondamentale la carta che deve essere fotografica lucida.
Per le laser la carta è meno importante ma se trovi la lucida e magari adesiva aiuta.
Io una volta avevo trovato un posto dove mi stampavano su pvc adesivo lucido (una meraviglia).

Ciaoooo


Pensavo si usasse la carta per decal
:?:

_________________
Riducendo la scala, aumenta lo spettacolo.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Italianizzare le UIC-X
MessaggioInviato: 18/10/2015, 0:26 
Non connesso
Utente
Avatar utente

Iscritto il: 17/01/2011, 15:59
Messaggi: 925
Interessi fermodellistici: scala N stile Italiano tutte le epoche.
Amministratore delegato della
Smm Ferroviaria Impresa Lavori
Città di residenza: Roma
Provincia di residenza: Roma
Finita la prima uic x Az grazie alle decal del buon Maurizio


Allegati:
PicsArt_1445124201196.jpg
PicsArt_1445124201196.jpg [ 1.05 MiB | Osservato 1988 volte ]

_________________
Ciao da Luca

Se ti ci metti con impegno puoi raggiungere qualsiasi risultato!

Il capostazione di Milano mi fa ridere!! E' qui che lo voglio vedere, pochi mezzi pochi uomini!! (Antonio la Quaglia fu Calogero in Destinazione Piovarolo)

Ciao Babbo!!
Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Italianizzare le UIC-X
MessaggioInviato: 18/10/2015, 11:28 
Non connesso
Socio ASN
Avatar utente

Iscritto il: 01/01/2010, 19:33
Messaggi: 787
Interessi fermodellistici: Ferrovie italiane e svizzere, autocostruzione
Città di residenza: Trieste
Provincia di residenza: Trieste
Molto bella, :) :)
è davvero una soddisfazione per me vedere questi post

_________________
un saluto a tutti

Maurizio


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: La mia prima rosso-fegato
MessaggioInviato: 26/11/2015, 7:53 
Non connesso
Socio ASN

Iscritto il: 01/01/2010, 21:09
Messaggi: 197
Interessi fermodellistici: Scala N Italia Ep. IV-V autocostruzione, collezionismo e gioco
Città di residenza: Roma
Provincia di residenza: RM
Beh, non proprio la prima in assoluto. La mia prima Rivarossi rossofegato. Il mio spirito collezionista ha comunque voluto i cofanetti Minitrix e una Fleischmann. Ma ho sempre valutato un po' troppo cari i prezzi di affezione dati alle carrozze rosso-fegato Rivarossi e non ne mai comprata nessuna.

Con i suggerimenti ed il materiale messo a disposizione da soci ASN ora mi dedico anch'io a qualche piccola elaborazione di una dozzina di X (ex) tedesche prese a buon prezzo. Dopo averne ridecorate alcune in livrea giubileo, ardesia, trenonotte ho deciso di tentare anche questa livrea.

Allegato:
Commento file: Nell'ordine: Fleischmann, Rivarossi ridecorata, Minitrix
DSCN1703.JPG
DSCN1703.JPG [ 380.39 KiB | Osservato 1883 volte ]


Quella al centro è la Rivarossi ex verdolona tedesca. Nella foto è lo "scarrafone", tra le industriali Fleischmann in alto e Minitrix (la meno sbagliata) in basso. Non c'è finer, e tutte le decal sono provvisorie in attesa di quelle Chivella o Mugnai e c'è ancora un graffio da riparare.

Ma non volevo aspettare per darle una prima occhiata. Ho disegnato in Corel Draw e autostampato su un supporto trasparente la banda centrale e preso decal di Blaine Backmann (per le ardesia) o di Nino Martire (generiche), reperite in passato sempre tramite il canale ASN, per vestirle un po'.

Da papà vanitoso, ritengo che sui binari in scala N non sfiguri neppure troppo rispetto alle blasonate industriali dall'accento straniero, e spero, con i contributi materiali e i consigli di altri appassionati che ringrazio, di poterne fare altre più accurate.


Ultima modifica di paolo amicarelli il 27/11/2015, 6:42, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Italianizzare le UIC-X
MessaggioInviato: 26/11/2015, 9:42 
Non connesso
Socio ASN
Avatar utente

Iscritto il: 16/01/2014, 20:06
Messaggi: 1227
Interessi fermodellistici: ho .. n
statico 1/72 1/48
Città di residenza: sorrento
Provincia di residenza: na
ma le carrozze sono pellicolate ?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Italianizzare le UIC-X
MessaggioInviato: 26/11/2015, 22:01 
Non connesso
Utente

Iscritto il: 18/01/2013, 18:22
Messaggi: 384
Località: Villa Pitignano
Interessi fermodellistici: FS epoca IV
Città di residenza: Villa Pitignano
Provincia di residenza: Perugia
Secondo me per qualità le Minitrix ancora non si battono...La verniciatura delle nuove Fleischmann mi lascia molto perplesso, più adatta ad un modello HO che N. E' solo una mia impressione ovvio...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Le mie prime rosso-fegato
MessaggioInviato: 27/11/2015, 7:07 
Non connesso
Socio ASN

Iscritto il: 01/01/2010, 21:09
Messaggi: 197
Interessi fermodellistici: Scala N Italia Ep. IV-V autocostruzione, collezionismo e gioco
Città di residenza: Roma
Provincia di residenza: RM
filippo medici ha scritto:
ma le carrozze sono pellicolate ?

Se ti riferisci alla "mia" Rivarossi, è verniciata con aerografo e colori puravest.
La banda centrale rosso fegato è stampata su un supporto trasparente per fare i lucidi nelle stampanti laser, credo che sia hp, ed è quello che a volte uso anche per le mascherature. Lo avevo sottomano.
Penso l'effetto sarebbe stato simile con i supporti adesivi che uso per fare pellicole, originariamente pensati per stampare vetrofanie antinfortunistiche adesive per le porte a vetri o i fogli per decal trasparenti (che mi richiedono molto più lavoro).
Per ulteriore chiarezza: le "industriali" sono originali, nella foto solo per confronto.

Francesco Flussi ha scritto:
Secondo me per qualità le Minitrix ancora non si battono...La verniciatura delle nuove Fleischmann mi lascia molto perplesso, più adatta ad un modello HO che N. E' solo una mia impressione ovvio...

Concordo perfettamente. Le parti grigio beige della Fleischmann (in alto nella foto) sono come riportate in rilievo e con una granulosità tipo sabbia: preferisco di gran lunga l'effetto reso dalla fiancata delle Minitrix.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Italianizzare le UIC-X
MessaggioInviato: 21/12/2015, 17:07 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 12:04
Messaggi: 4651
Interessi fermodellistici: epoca attuale
Città di residenza: Enneberg
Provincia di residenza: BZ
ciao Maurizio,

da una X £ima in scala esatta a 10 moduli (carenata) che decals mi consigli per ottenere una carrozza realistica in xmpr :?:

(Ho trovato questa carrozza in un mercatino per pochissimi €, non ha difetti nella carrozzeria ma la verniciatura è ko)


grazie, GraziaNo

_________________
...il forum non è una chat :roll: :roll: :roll:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Italianizzare le UIC-X
MessaggioInviato: 23/12/2015, 12:19 
Non connesso
Socio ASN
Avatar utente

Iscritto il: 01/01/2010, 19:33
Messaggi: 787
Interessi fermodellistici: Ferrovie italiane e svizzere, autocostruzione
Città di residenza: Trieste
Provincia di residenza: Trieste
graziano cucchi ha scritto:
ciao Maurizio,

da una X £ima in scala esatta a 10 moduli (carenata) che decals mi consigli per ottenere una carrozza realistica in xmpr :?:

(Ho trovato questa carrozza in un mercatino per pochissimi €, non ha difetti nella carrozzeria ma la verniciatura è ko)


grazie, GraziaNo


ciao Graziano,
con la X a 10 moduli puoi fare sia le carrozze di 1a che di 2a (ex 1a declassata) nella livrea PAX o DTR,
oppure lavorandoci un pò anche una treno notte comfort o una barellata, tutto in XMPR.
Le decal già le abbiamo per tutte queste :-) escluse quelle pubblicitarie :lol: :lol:

PAX
http://www.trenomania.org/fotogallery/d ... 1196&pos=0
http://www.trenomania.org/fotogallery/d ... 196&pos=11

DTR (anche in livrea speciale)
http://www.trenomania.org/fotogallery/d ... 1194&pos=1
http://www.trenomania.org/fotogallery/d ... 1197&pos=2

TN
http://www.trenomania.org/fotogallery/d ... 247&pos=12

BM
http://www.trenomania.org/fotogallery/d ... 2358&pos=1

_________________
un saluto a tutti

Maurizio


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Italianizzare le UIC-X
MessaggioInviato: 23/12/2015, 22:54 
Non connesso
Socio ASN

Iscritto il: 01/01/2010, 21:09
Messaggi: 197
Interessi fermodellistici: Scala N Italia Ep. IV-V autocostruzione, collezionismo e gioco
Città di residenza: Roma
Provincia di residenza: RM
Mi sono fatto la stessa domanda. Ho aggiunto la carrozza ad un altro ordine per curiosità, costava pochissimo e le spese di spedizione erano già assolte. In compenso mi è piaciuta molto: ha i vetri più a filo delle Rivarossi, la carenatura tipo le '75. I carrelli sono Minden e in più non basculano, ma i miei treni (purtroppo) viaggiano poco.

E' blu! proprio come la treno notte 1995.
Ho deciso di fare come avrebbe fatto la Lima: ho cancellato le iscrizioni tampografate, mantengo il colore della cassa e mi nazionalizzo la carrozza in non più di un paio di giorni di lavoro.

Certo per un modello più simile al prototipo quanto meno i carrelli andrebbero FIAT, si dovrebbe togliere un compartimento e inserire il vano tecnico, mettere gli areatori di estremità e modificare i finestrini. Forse un altra volta...

Questa me la voglio fare in stile Lima hobby: ricolorata senza modifiche ... di stampo.
Lima, l'avrebbe fatta così. (ma anche Minitrix o Fleischmann)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Italianizzare le UIC-X
MessaggioInviato: 23/12/2015, 23:22 
Non connesso
Socio ASN

Iscritto il: 01/01/2010, 21:09
Messaggi: 197
Interessi fermodellistici: Scala N Italia Ep. IV-V autocostruzione, collezionismo e gioco
Città di residenza: Roma
Provincia di residenza: RM
Ricordavo bene (le grandi non le H0 a portata di mano) Lima l'ha proprio fatta:

Allegato:
DSCN1846.JPG
DSCN1846.JPG [ 370.17 KiB | Osservato 1632 volte ]


Per non pittare avevo anche pensato ad una Leonardo Express stampando le foto dei figurini.

Allegato:
uic-xleonardoexpresslpallottaferrovie-info.jpg
uic-xleonardoexpresslpallottaferrovie-info.jpg [ 111.72 KiB | Osservato 1632 volte ]


Il numero dei finestrini è pure quello giusto ...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Italianizzare le UIC-X
MessaggioInviato: 23/12/2015, 23:29 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 12:04
Messaggi: 4651
Interessi fermodellistici: epoca attuale
Città di residenza: Enneberg
Provincia di residenza: BZ
grazie Maurizio, ti chiamerò mister X ;)

ottima l' :idea: delle declassate.


declassata - 10 finestrini - carenature - carrelli MD :roll: sempre che la vista non m'inganni

http://www.trenomania.org/fotogallery/d ... fullsize=1

http://www.trenomania.org/fotogallery/d ... fullsize=1


@ Paolo ottima anche l' :idea: del treno notte conform, basta chiudere un finestrino

http://www.trenomania.org/fotogallery/d ... fullsize=1


ciao, GraziaNo

_________________
...il forum non è una chat :roll: :roll: :roll:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Italianizzare le UIC-X
MessaggioInviato: 24/12/2015, 10:19 
Non connesso
Socio ASN

Iscritto il: 01/01/2010, 21:09
Messaggi: 197
Interessi fermodellistici: Scala N Italia Ep. IV-V autocostruzione, collezionismo e gioco
Città di residenza: Roma
Provincia di residenza: RM
Se si chiude il finestrino occorre ridare il blu.

Con una RIVA avevo provato un'altra nazionalizzazione in livrea trenonotte:
Allegato:
treno notte comfort resized 3.JPG
treno notte comfort resized 3.JPG [ 331.26 KiB | Osservato 1603 volte ]

Anche in questo caso ho solo cancellato le tampografie (e si vede) senza chiudere il vano tecnico. I finestrini simulano quelli dell'aria condizionata anche se il modello ha ancora il riscaldamento elettrico.
Nella £ima, che ha le linee dei klein in rilievo, il lavoro è molto più complicato non sarei in grado di farlo.

Ho anche tentato la lavorazione di un tetto RR da destinare alla treno notte comfort. Non mi ha (ancora) soddisfatto.
Lo posto in una foto delle verifiche dimensionali preliminari di un tetto RR su cassa £ima e viceversa. Con gli aggiuntivi tipo N-kit pronti ad entrare in azione e un po' di plastica "giusta" si potrebbe anche cavare qualche cosa di apprezzabile.
Allegato:
DSCN1852.JPG
DSCN1852.JPG [ 388.42 KiB | Osservato 1603 volte ]


Desidero approfittare della congiuntura astrale di questi giorni: le ferie più lunghe da tempi del congedo matrimoniale, niente neve, poco lavoro, ed il Natale in cui gioco sempre con i trenini.


P.S. Mi sembra scontata la mia posizione nella diatriba tra collezionisti/conservatori e modellisti/iconoclasti dell'altro post.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Italianizzare le UIC-X
MessaggioInviato: 26/01/2016, 14:57 
Non connesso
Socio ASN
Avatar utente

Iscritto il: 27/12/2012, 10:27
Messaggi: 448
Località: Roma
Interessi fermodellistici: Scala N - epoca III - IV
Città di residenza: Roma
Provincia di residenza: Roma
Ciao a tutti, ho queste carrozze UIC-X delle DB Atlas, di cui non conosco il codice prodotto, qualcuno lo sa?? inoltre vorrei sapere, prima di fare qualche cavolata, se si possono italianizzare ;) ?? e in quali carrozze UIC-X FS possono essere trasformate?? Grazie a tutti


Allegati:
2222222.JPG
2222222.JPG [ 218.27 KiB | Osservato 1509 volte ]

_________________
Quando ti morde un lupo, pazienza. Quel che ti secca è quando ti morde una pecora.

https://poseidone75.altervista.org
Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Italianizzare le UIC-X
MessaggioInviato: 26/01/2016, 15:16 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 12:04
Messaggi: 4651
Interessi fermodellistici: epoca attuale
Città di residenza: Enneberg
Provincia di residenza: BZ
Gianluca Scolari ha scritto:
Ciao a tutti, ho queste carrozze UIC-X delle DB Atlas, di cui non conosco il codice prodotto, qualcuno lo sa?? inoltre vorrei sapere, prima di fare qualche cavolata, se si possono italianizzare ;) ?? e in quali carrozze UIC-X FS possono essere trasformate?? Grazie a tutti


peccato che siano tutte di 1a :mrgreen:

cod. 2681
http://www.rivarossi-memory.it/Catalogh ... 971-72.htm

per le elaborazioni
viewtopic.php?f=13&t=4261

ciao, GraziaNo

_________________
...il forum non è una chat :roll: :roll: :roll:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 76 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

 

Link ai siti Amici

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010