Oggi è 06/04/2020, 9:00

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 25 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: E 636: una comparazione
MessaggioInviato: 10/05/2011, 14:36 
Non connesso
Socio ASN
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2010, 1:30
Messaggi: 618
Interessi fermodellistici: principalmente scala N,ma anche scala 1,0,HO,Z , LGB e alcune loco a vapore vivo.
Città di residenza: s.Nicola la strada
Provincia di residenza: caserta
Condivido a pieno il pensiero di Lorenzo(sopratutto quando parla di Fender Stratocaster dato che io sono liutaio e riparo queste chitarre da 25 anni....).Le opere Artigianali vanno lasciate come da origine per apprezzarne il momento della creazione.Saluti...Angelo.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: E 636: una comparazione
MessaggioInviato: 10/05/2011, 14:52 
Non connesso
Utente

Iscritto il: 04/01/2010, 22:01
Messaggi: 117
Interessi fermodellistici: nn
Città di residenza: nn
Provincia di residenza: nn
Non vorrei mettermi in cattedra ma lo faccio! :ugeek:

E da notare come le incisioni non sono fatte mediante tecnica di fotoincisione, cosa oggi molto semplice, ma fatte mediante pantografo una ad una praticamente ogni macchina è una copia unica.
Inoltre, altra peculiarità di Cestaro, per facilitare la verniciatura rigorosamente a pennello, come dice Antonio, usava fare delle incisioni di guida del colore evitando così la mascheratura il compressore l’ugello da 0.3 a pressione circa più o meno diluendo a 34% e cosi via…...
Insomma i modelli di Cestaro sono inconfondibili e unici e mi meraviglio che si trovino in vendita a buon prezzo alle borse scambio!
Beato che c'e li ha! E chi li trova! e che dire lunga vita ai modelli di Cestaro! perchè le emozioni contano più dei chiodi!
e con questo la smetto e vo a lavura!
Ciao Lorenzo :lol:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: E 636: una comparazione
MessaggioInviato: 10/05/2011, 15:27 
Non connesso
Maestro Modellista

Iscritto il: 02/01/2010, 19:15
Messaggi: 2082
Interessi fermodellistici: Fermodellismo vero.
Città di residenza: Firenze
Provincia di residenza: Firenze
Massimo Biolcati ha scritto:
Ciao,
mi sa che la Riviermodel è un 645, i portelli sulla fiancata non mi corrispondono...


Concordo con Massimo Biolcati, la E.636 Riviermodel nella foto di Antonio è in realtà una E.645 di 1^ serie.
La E.636 aveva solo 4 portelloni nelle due semi-casse e vari altri particolari differenti.
Questa è la E.636 Riviermodel.

Allegato:
IMGP2350.jpg.1.jpg
IMGP2350.jpg.1.jpg [ 114.12 KiB | Osservato 1715 volte ]


Probabilmente il nostro caro Antonio è stato tratto in inganno dal fregio frontale che di solito caratterizza questi locomotori e che solo nelle prime unità non era stato apposto. In effetti se non fosse per questo particolare, la E.645 a prima vista, specie se non si guarda il lato delle due semi-casse con i portelloni in questione, può passare per una E.636.

Carlo

_________________
Quando ti dicono che sei cambiato vogliono solo dire
che non sei più come fa comodo a loro!

S. Matreel


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: E 636: una comparazione
MessaggioInviato: 10/05/2011, 16:23 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 30/12/2009, 13:29
Messaggi: 5640
Interessi fermodellistici: Scala N ep. III-V
Nm RhB
Città di residenza: San Genesio ed Uniti
Provincia di residenza: Pavia
Carlo e Massimo,
è così, il modello Riviermodel che ho postato è quello della 645, che non si differenzia peraltro dalla 636 se non per il lato-portelloni.
Ringrazio Carlo ed Angelo anche per le foto aggiunte, che rendono il post ancora più interessante :mrgreen:

Sarebbe interessante proseguire con queste "visioni comparate" in altri thread, chiedendo la partecipazione dei collezionisti, cosa dite?

Un salutoNe e a presto,
Antonio

_________________
Un salutoNe,
Antonio

"Creative work is serious play" (R. Fripp)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: E 636: una comparazione
MessaggioInviato: 10/05/2011, 16:33 
Non connesso
Maestro Modellista

Iscritto il: 02/01/2010, 19:15
Messaggi: 2082
Interessi fermodellistici: Fermodellismo vero.
Città di residenza: Firenze
Provincia di residenza: Firenze
antonio rampini ha scritto:


Sarebbe interessante proseguire con queste "visioni comparate" in altri thread, chiedendo la partecipazione dei collezionisti, cosa dite?

Un salutoNe e a presto,
Antonio


Penso che sia un'ottima idea, Antonio.
Così come lo è stata creare questo thread.
Un saluto.

Carlo

_________________
Quando ti dicono che sei cambiato vogliono solo dire
che non sei più come fa comodo a loro!

S. Matreel


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: E 636: una comparazione
MessaggioInviato: 10/05/2011, 19:50 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 29/12/2009, 18:16
Messaggi: 4104
Località: Lecce
Interessi fermodellistici: plasticista stile italiano ep. IV-V, + SBB e un po' di DB e SNCF; anche USA, soprattutto PRR, ma ancora senza plastico
Città di residenza: Lecce
Provincia di residenza: LE
Skype: dgmax1
La E636 ha i pantografi Sommerfeldt standard, che hanno la diagonale che sale da destra-basso verso sinistra-alto, all'opporto del giusto.
Con un po' di abilità è possibile disasssemblare i quadri alti del pantografo, capovolgere di 180° le due "Z" e rimontare il tutto.
Il pantografo resta originale, ma il modello diventa meno fantasioso...

_________________
salutoNi
Massimo


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: E 636: una comparazione
MessaggioInviato: 16/05/2011, 22:45 
Non connesso
Socio ASN
Avatar utente

Iscritto il: 01/01/2010, 20:38
Messaggi: 405
Interessi fermodellistici: Stile italiano - Scala N - Epoca IV-V
Città di residenza: Paderno Dugnano
Provincia di residenza: Milano
antonio rampini ha scritto:
Carlo e Massimo,

Sarebbe interessante proseguire con queste "visioni comparate" in altri thread, chiedendo la partecipazione dei collezionisti, cosa dite?

Un salutoNe e a presto,
Antonio


Ciao a tutti,
raccolgo l'invito e posto le foto del modello della E636-111 di Angelo Pozzati. Il modello risale all'anno 1995/96.
Ciao
Stefano


Allegati:
E636 lato1.jpg
E636 lato1.jpg [ 66.21 KiB | Osservato 1630 volte ]
E636 lato2.jpg
E636 lato2.jpg [ 67.82 KiB | Osservato 1630 volte ]
E636 sopra.jpg
E636 sopra.jpg [ 58.69 KiB | Osservato 1630 volte ]
E636 fronte.jpg
E636 fronte.jpg [ 46.95 KiB | Osservato 1630 volte ]
Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: E 636: una comparazione
MessaggioInviato: 29/09/2011, 15:19 
Non connesso
Utente
Avatar utente

Iscritto il: 24/10/2010, 22:34
Messaggi: 501
Interessi fermodellistici: Italo/Svizzero
Scala N epoca III, IV, V, VI
Città di residenza: Dormelletto
Provincia di residenza: Novara
carlo mercuri ha scritto:
Massimo Biolcati ha scritto:
Ciao,
mi sa che la Riviermodel è un 645, i portelli sulla fiancata non mi corrispondono...


Concordo con Massimo Biolcati, la E.636 Riviermodel nella foto di Antonio è in realtà una E.645 di 1^ serie.
La E.636 aveva solo 4 portelloni nelle due semi-casse e vari altri particolari differenti.
Questa è la E.636 Riviermodel.

Allegato:
IMGP2350.jpg.1.jpg


Probabilmente il nostro caro Antonio è stato tratto in inganno dal fregio frontale che di solito caratterizza questi locomotori e che solo nelle prime unità non era stato apposto. In effetti se non fosse per questo particolare, la E.645 a prima vista, specie se non si guarda il lato delle due semi-casse con i portelloni in questione, può passare per una E.636.

Carlo


A dire il vero la grande differenza che salta subito all'occhio è data dalle griglie per il raffreddamento forzato del reostato che sono presenti sulla E645 e sulle E646, mentre la E636 non ha tali griglie perchè ha il reostato in "ambiente nella cabina AT

Vittorio


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: E 636: una comparazione
MessaggioInviato: 29/09/2011, 20:02 
Non connesso
Utente
Avatar utente

Iscritto il: 03/01/2010, 10:37
Messaggi: 4203
Interessi fermodellistici: Scala N/H0 epoca III/IV
Città di residenza: tropea
Provincia di residenza: (VV)
Skype: latorre1976
Vittorio Tadini ha scritto:
carlo mercuri ha scritto:
Massimo Biolcati ha scritto:
Ciao,
mi sa che la Riviermodel è un 645, i portelli sulla fiancata non mi corrispondono...


Concordo con Massimo Biolcati, la E.636 Riviermodel nella foto di Antonio è in realtà una E.645 di 1^ serie.
La E.636 aveva solo 4 portelloni nelle due semi-casse e vari altri particolari differenti.
Questa è la E.636 Riviermodel.

Allegato:
L’allegato IMGP2350.jpg.1.jpg non è disponibile


Probabilmente il nostro caro Antonio è stato tratto in inganno dal fregio frontale che di solito caratterizza questi locomotori e che solo nelle prime unità non era stato apposto. In effetti se non fosse per questo particolare, la E.645 a prima vista, specie se non si guarda il lato delle due semi-casse con i portelloni in questione, può passare per una E.636.

Carlo


A dire il vero la grande differenza che salta subito all'occhio è data dalle griglie per il raffreddamento forzato del reostato che sono presenti sulla E645 e sulle E646, mentre la E636 non ha tali griglie perchè ha il reostato in "ambiente nella cabina AT

Vittorio


Curiosa questa E636 con serpentina.Qualcuno ne sa qualcosa?


Allegati:
E636 con serpentina.jpg
E636 con serpentina.jpg [ 806.35 KiB | Osservato 1527 volte ]

_________________
IL MIO BLOG: http://fermodellismo.over-blog.net/

(AXEL)
Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: E 636: una comparazione
MessaggioInviato: 29/09/2011, 20:39 
Non connesso
Utente

Iscritto il: 02/01/2010, 17:51
Messaggi: 587
Interessi fermodellistici: Shinkansen, treni giapponesi ed elettrotreni in genere, alta velocità europea in scala N ed H0
Città di residenza: Pordenone
Provincia di residenza: PN
Alex La Torre ha scritto:
...
Curiosa questa E636 con serpentina.Qualcuno ne sa qualcosa?
...


Ciao,
riporto pari pari dal sito http://www.e636.it/
vai su modifiche e varianti
...
Nel corso degli anni ’90 alcune unità vengono equipaggiate con serpentine post-refrigeratrici per la separazione della condensa dall’aria compressa (unità interessate 153, 247, 332, 354, 389, 462)....

trovi notizie anche di altri esperimenti e modifiche (griglie, vetri triplex, aggancio automatico ecc...)

_________________
さよなら
Massimo


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 25 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

 

Link ai siti Amici

Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010